Rifiuti fuori dai contenitori, scatta la caccia ai furbetti (Il Gazzettino)

Annunciate l’avvio della raccolta di apparecchi elettrici in tre diversi punti

20160612_143713-2

Gli 007 di Aps e gli agenti municipali sorveglieranno quindici isole ecologiche

(Alessandro Mantovani)
Indagini sui rifiuti per smascherare i furbetti e avvio della raccolta differenziata per i gadget elettronici ed elettrici. Queste le due novità annunciate dall’amministrazione comunale e AcegasApsAmga. L’analisi dei rifiuti per arrivare a identificare gli incivili che lasciano ogni genere di cose al di fuori dei contenitori producendo degrado, è mutuata direttamente dalle indagini di polizia. «In generale i cittadini hanno dimostrato un grande senso civico nel fare la raccolta differenziata. Questo ci ha permesso di ridurre la Tari del 13/15% – spiega il sindaco Federico Barbierato – ma ci sono dei soggetti, non si può dire se residenti e no, che continuano a lasciare di tutto fuori dai contenitori. Abbiamo individuato una quindicina di isole ecologiche dove questo comportamento si verifica con più frequenza, ad esempio nel piazzale davanti allo Stadio delle Terme e in Via Vespucci. Le verifiche sui rifiuti verranno fatte lì e dovunque si verificheranno comportamenti scorretti. A chi verrà individuato arriveranno una diffida e una sanzione». Ad analizzare i rifiuti sarà una squadra di AcegasApsAmga che opererà in collaborazione con la Polizia Locale. Nessun particolare sui dettagli che possono portare a identificare un soggetto ma si può immaginare che, ed solo un esempio, uno scatolone pieno di flaconi di shampoo vuoti possa essere un bell’indizio se nelle vicinanze c’è un negozio di barbiere o di parrucchiera. «Riceviamo molte segnalazioni dai cittadini, finora non era stato possibile fare molto se non riportare l’ordine – continua il sindaco – da domani (oggi, ndr) avviamo invece un’iniziativa che non vuole essere solo sanzionatoria ma anche deterrente rispetto a un comportamento scorretto». Secondo AcegasApsAmga un utente che vuoleo eliminare dai rifiuti ogni dettaglio che possa portare alla sua identificazione ci metterebbe così tanto tempo che, a quel punto, troverebbe conveniente fare la raccolta differenziata correttamente. La multiutility ha già introdotto, posizionando nel territorio tre stazioni ecologiche automatiche che permettono di conferire notebook, ferri da stiro, tostapane e asciugacapelli, il nuovo servizio di raccolta di piccoli apparecchi elettrici ed elettronici ed elettrici. Si trovano in Piazza Mercato, via San Bartolomeo e via dei Tigli e si possono utilizzare, come la piattaforma Ecoself per rifiuti insoliti e/o pericolosi, mediante CartAmbiente. La card nelle prossime tre settimane verrà recapitata a tutti i circa 3000 utenti del servizio porta a porta.


22 febbraio 2018

Share

Commenta col tuo profilo Facebook