Abano si mette in posa per non avere più segreti (Il Mattino)

Il Comune, primo nel Padovano, promuove la "fotografia" del paese: un’auto percorrerà tutte le vie, la mappa permetterà interventi mirati. Costo: 3.500 euro

Schermata 2018-01-26 alle 10.37.40

Foto: http://m.mattinopadova.gelocal.it/video/locale/

(Federico Franchin)
Il territorio aponense fotografato nei minimi particolari attraverso un mezzo dotato di telecamera laser scanner, che girerà per tutte le vie di Abano in questi giorni per fornire un report reale della situazione del paese. Parte il progetto di georeferenziazione territoriale del Comune di Abano, progetto voluto fortemente dall’amministrazione comunale.«Siamo i primi nel Padovano e siamo tra i primi anche nel Veneto», spiega il sindaco Federico Barbierato. «Un progetto simile è stato portato avanti di recente a Noale. Abano si propone così come una città sempre più tecnologica. Rispetto a Streetview di Google quesso servizio è molto più preciso». A seguire da vicino il progetto è stato incaricato il vicesindaco, nonché assessore al Bilancio, Francesco Pozza: «La telecamere laser scanner sarà montata sopra una Citroen C3, che girerà per il territorio», spiega. «Sarà effettuato un rilievo digitale con il quale saranno estrapolati tutti i dati utili alle attività del comune. Con questo mezzo verranno scannerizzate immagini di tutte le vie. Si potrà quindi sapere quale cartellonistica stradale è attualmente in uso, quale manca, ma anche quanti alberi ci sono, quanti punti luce. Importante è sottolineare che con questo sistema sapremo perfettamente la collocazione delle cose, dato che il margine di errore è al massimo di 2-3 centimetri». «I dati verranno scannerizzati ed elaborati dagli uffici, per esempio Urbanistica ed Edilizia, per le attività del Comune», prosegue Pozza. «Avremo un mese di tempo per raccogliere ed elaborare i dati che poi presenteremo anche alla cittadinanza con un incontro pubblico». Il progetto consentirà interventi celeri e immediati. «Fotografando le vie saranno individuate le criticità presenti nel territorio e in base a questo report sapremo già dove intervenire», rileva ancora il vicesindaco. «Questi report finiranno in una piattaforma web e ci consentiranno di intervenire immediatamente senza i sopralluoghi sul posto, dato che avremo chiara la situazione di ogni via, come è messa la strada, quanti punti luce o alberi ci sono e cosa non funziona». Ma non è tutto. «Andremo a sistemare le anomalie che riguardano i numeri civici, che nel corso degli anni risultano spesso sfasati. Le informazioni saranno poi passate ai portali di navigazione, che aggiorneranno le loro mappe e quindi daranno anche al turista la certezza di arrivare perfettamente a destinazione. A quanti sarà capitato con le mappe del navigatore o del telefonino di non arrivare perfettamente a destinazione… Con questo report tutto questo sarà un ricordo». Il mezzo, la Citroen C3, è stato presentato ieri per la prima volta fuori dal Municipio di Piazza Caduti. Girerà per tutte le vie di Abano, percorrendo i 173 km di strade aponensi, dalle principali alle secondarie. Il costo a carico del Comune della mappatura dell’intero territorio assomma a 3.500 euro.

main-logo
26 gennaio 2018

Share

Commenta col tuo profilo Facebook