Gruppo Borile annuncia l’assunzione di 40 persone (Il Mattino)

«Ci serviranno per ripartire con il piede giusto a marzo»

IMG_5537

Tra le figure richieste addetti alla reception, camerieri, governanti ai piani, estetiste e massaggiatori

(Federico Franchin)
Il Gruppo Borile annuncia di volere assumere altre 40 persone da inserire nei cinque hotel di proprietà, l’Abano Grand Hotel, il Trieste & Victoria, il Due Torri, il Metropole e La Residence. «Siamo già proiettati nella nuova stagione», spiega Cristina Borile, figlia del patron Aldo e sortella di Chiara e Alessandro, «abbiamo fatto una stima su prenotazioni e previsioni di lavoro. Per ripartire a marzo 2018 avremo bisogno di una quarantina figure professionali in più rispetto all’attuale numero che già supera quota 480. Le aziende che assumono oggi si contano nelle dita di una mano. Il mio ufficio può contare su quattro persone che costantemente raccolgono curricula e si occupano di selezionare il personale. In media vediamo 100 persone per poterne selezionare 5 o 6».
Il comparto termale alberghiero, secondo i dati forniti dalle categorie sindacali, conta 5000 persone impiegate negli hotel: il 10% è assunto quindi dalla famiglia Borile. «Il gruppo GB Hotels ha come obiettivo una crescita per il prossimo anno almeno del 10% in termini di numeri di presenze e soggiorni venduti», spiega ancora Cristina Borile. «Quello che è però l’obiettivo principe è la crescita della qualità del servizio e dei collaboratori. Questo poi si ripercuoterà sui ricavi. Oggi il prezzo per presenza ad Abano e Montegrotto è ancora troppo basso. Se paragoniamo il nostro territorio con qualsiasi altra destinazione siamo sotto media di più del 25%. Quello che vogliamo fare, da gennaio 2018, è insegnare allo staff di tutti i reparti a saper valorizzare il prodotto e a far vivere al cliente quello che lui ha prenotato ovvero un’esperienza e non una semplice vacanza». Il Gruppo Borile cerca, quindi, giovani receptionist, almeno 10, che conoscano due lingue straniere e che saranno guidati dallo chef receptionist. Il GB Hotels cerca un maitre per hotel, giovane, che conosca almeno due lingue straniere e che diventerà il responsabile del futuro. La famiglia Borile vuole poi assumere 10 Spa Mgr., figura che guida il cliente nelle Spa. Inoltre i Borile selezionano personale per guest relations, marketing, ma anche camerieri di sala, governanti ai piani, estetiste diplomate, massaggiatori con conoscenze di tecniche orientali, fisioterapisti diplomati. «I nostri hotel accolgono una clientela internazionale con, al primo posto, quella italiana», spiega Cristina Borile. «Seguono a pari merito tedeschi e francesi. Al quarto posto i russi, quinti gli austriaci, sesti gli svizzeri e settimi gli statunitensi. Stanno crescendo nuove provenienze come Canada, Gran Bretagna, Australia. I GB Hotels accolgono in una stagione circa 45.000 arrivi per un soggiorno medio di 7 notti». Ieri sera si è tenuta alla discoteca Casablanca la consueta serata di auguri di Natale.

main-logo
14 dicembre 2017

Share

Commenta col tuo profilo Facebook