Il Comitato Giarre: “Ecco le nostre dieci richieste” (Il Gazzettino)

comitato_giarre

(Alessandro Mantovani)
Dieci punti per rendere vivibile al meglio la frazione. Sono quelli che il Comitato Giarre ha presentato recentemente al sindaco Federico Barbierato nel corso di un incontro in Municipio.
L’agenda proposta per Giarre è la sintesi delle idee e delle richieste che l’attivo gruppo di cittadini ha elaborato nel corso degli ultimi anni. Il decalogo comprende anche tematiche importanti e complesse che, aldilà della volontà politica e amministrativa, si intersecano anche con vicende giudiziarie e situazioni di fatto. Al primo punto il Comitato Giarre ha messo la richiesta che la frazione sia dotata di alcuni servizi essenziali per una comunità: l’ambulatorio, lo scuolabus, trasporti e spazi comunitari per le associazioni. A seguire la richiesta dello spostamento della ditta Postorello Spa. Da sempre il comitato si lamenta per il troppo traffico pesante generato da questa attività. Non è solo una conseguenza dello spostamento richiesto, l’obiettivo è anche di far conservare a Giarre una vocazione rurale e prevenire il consumo di suolo, che fa avanzare la richiesta della cancellazione della bretellina, prevista nel Pat, che congiunge la ditta Pistorello con via Roveri. Una proposta tecnicamente fattibile. Il Pat, varato dalla precedente amministrazione, è stato solo adottato ma mai definitivamente approvato e il sindaco Barbierato ha detto di volerlo profondamente rivedere. Più difficile il ripristino a suolo agricolo dell’area piscine termali di via Roveri. Una iniziativa edilizia fallita che ha lasciato segni profondi.
Il Comitato Giarre chiede poi che si renda ciclopedonale via Lungo Argine, che vengano messi in sicurezza gli attraversamenti ciclopedonali di via Romana, la moderazione del traffico nelle vie Ponte della Fabbrica e Giarre. Via il parcheggio dall’area alberata della piazza della frazione, mini isole pedonali davanti alle scuole negli orari di ingresso e uscita, piccole rotatorie agli incroci di via Giarre con le vie Roveri, dei Tigli e Sabbioni. Infine il comitato chiede che la velocità sia limitata a 30 chilometri all’ora sottopasso di Via Sabbioni.

Share

Commenta col tuo profilo Facebook