Rampin risponde a Florian e Gabrieli salva la panca (Il Mattino)

L'Este parte forte, va in vantaggio al quarto d'ora, crea occasioni ma fallisce Così nella ripresa l'Abano si scuote, attacca e centra il pareggio nei minuti finali

abano_calcio

(Francesco Vigato)
L’Abano vede la luce. Proprio nella partita più importante, il derby con l’Este che, alla vigilia, sembrava l’avversario più rognoso in un momento altrettanto delicato. L’1-1, invece, restituisce fiducia alla formazione aponense, brava a riprendere i giallorossi, intraprendenti ma spreconi. A dirla tutta, il pari e patta salva pure la panchina di mister Franco Gabrieli, messo in discussione dai risultati, questi ultimi più imputabili alla mancanza di esperienza nell’organico che ad eventuali colpe dell’ex terzino del Padova.
Con buona pace di Cristiano Masitto, presente in tribuna a Monteortone e additato da molti come il pronto sostituto in caso di sconfitta. Che la partita sia piuttosto sentita si vede sin dalle prime battute: gli atestini si fanno vedere con una bella percussione di Pizzolato (3′) ma, dall’altra parte, l’Abano risponde con la sciabolata di Rubin che esalta la velocità di Tescaro, stoppato in angolo dalla difesa ospite (5′). Non crea problemi all’esordiente Castaldo (portiere classe 2000 di ottima prospettiva) nemmeno la girata di Rondon, servito da Tomasini al 6′. Al 14′ l’Este sfiora la rete con Florian, sugli sviluppi di un corner battuto dall’onnipresente Rondon. Un minuto più tardi, però, Cestaro combina un pasticcio facendosi soffiare il pallone appena fuori dall’area da Florian, attaccante che, quando vede lo specchio della porta, si anima come pochi altri nella categoria. Manco a dirlo, il numero 9 dell’Este infila Castaldo senza troppi problemi regalandosi la settima gioia stagionale. Dopo la rete gli uomini di mister Michele Florindo non si fermano: Fioretti è una furia sulla sinistra prima di servire Rondon, meno fortunato nella mira (pallone alto sopra la traversa). L’Abano, però, c’è ancora e lo dimostra col passare dei minuti: Carteri imposta, Franceschini cerca pertugi sbracciandosi a destra e a manca. Tuttavia, manca qualcosa negli ultimi 30 metri, dominati da un Lorello che funge da spettatore privilegiato. L’estremo dell’Este si supera al 35′, quando viene chiamato in causa dalla bordata di Tescaro. Succede poco altro fino all’intervallo, che si chiude con Pozza & co. in vantaggio.Cambia qualcosa nella ripresa, che si apre con la staffilata di Tomasini, smorzata dal tacco di Cecconello. L’Este insiste nel forcing, tant’è che Florian sfiora il colpaccio al 59′, sull’ottimo assist di Rondon. Il fantasista atestino si ripete al 76′, con un traversone che accarezza la testa di Pozza, impreciso nella deviazione. L’Abano pareggia all’85’: Franceschini fa tutto da solo sulla destra e poi serve al centro Rampin, bravo ad inserirsi fra due difensori per il tap-in che vale più del semplice 1-1. Servono a poco, sponda Este, la punizione di Rondon e la botta di Tresoldi a ridosso del triplice fischio, che sancisce un pareggio utile a entrambe le squadre. Il punticino permette all’Abano di lasciare il fanalino di coda all’Ambrosiana mentre l’Este, nonostante l’amarezza, può restare a ridosso della media classifica.


Schermata 2017-10-09 alle 10.09.14Schermata 2017-10-09 alle 11.29.39

main-logo
9 ottobre 2017

Share

Commenta col tuo profilo Facebook