Veicoli in zona pedonale, via alle multe (Il Gazzettino)

Per Barbierato la situazione era non più tollerabile nell'aree resa solo pedonale

area pedonale

(Alessandro Mantovani)

Comincia a prendere sostanza l’intenzione di applicare la tolleranza zero contro il mancato rispetto delle regole e della legalità che il sindaco Federico Barbierato proclamò in campagna elettorale. Sono state infatti comminate le prime multe per operazioni di carico e scarico effettuate al di fuori degli orari consentiti in zona pedonale. Un paio di settimane fa il primo cittadino aveva avvisato operatori commerciali e ciclisti che non percorrono appiedati il salotto cittadino che l’amministrazione sarebbe intervenuta per ripristinare il rispetto delle regole.
Barbierato aveva notato come l’isola pedonale fosse diventata per troppi una sorta di scorciatoia per veicoli non autorizzati a transitarvi, al fine di andare da una parte all’altra della città. Aveva anche osservato come i ciclisti percorrano in sella la zona pedonale anche a grande velocità, costituendo un pericolo per adulti e bambini, soprattutto quando è più affollata. Dalle parole si è quindi passati a fatti ed ecco le prima sanzioni, intanto per il carico e lo scarico irregolare.
«Prima abbiamo avvisato che giudicavamo la situazione in isola pedonale non più tollerabile, ora siamo passati alla fase successiva del sanzionare chi non rispetta le norme» spiega il sindaco Federico Barbierato. Nei prossimi giorni le multe potrebbero arrivare anche ai conducenti di due ruote: «Se l’invito non viene ascoltato – continua il primo cittadino – e se a nulla vale l’appello al senso civico, non ci resta che sanzionare. I ciclisti troppo spesso costituiscono un rischio per i pedoni in isola pedonale, e senza che ci sia scandalo possono essere, e saranno, multati se la percorreranno in sella pedalando. Le regole valgono anche per loro».
Nei giorni scorsi la polizia locale ha elevato anche le prime multe a residenti di altri comuni che si sono serviti delle isole ecologiche e dei contenitori stradali per la raccolta dei rifiuti posti in territorio aponense. «Noi intendiamo il rispetto delle regole a 360 gradi per tutti – conclude il sindaco Barbierato – per questo abbiamo cominciato a dare questa impronta all’azione della polizia locale. Siano anche consapevoli che Abano non è solo isola pedonale e centro. Infatti il problema dei nomadi dei rifiuti riguarda più i rioni per i quali abbiamo in programma di istituire il vigile di quartiere».

logo_gazzettino
30 luglio 2017

Share

Commenta col tuo profilo Facebook