“Jazz by the Pool” ai blocchi. Celebra i miti di tutti i generi (il Mattino)

Al via a Montegrotto con Sarah Jane Morris, suoni Motown nella voce di Lisa Hunt, in arrivo Vanessa Haynes degli Incognito e le arie brasiliane di Heloisa Lourenco

jazz_pool

(Mattia Rossetto)
Sotto il segno del mito. “Jazz by the Pool”, l’ormai immancabile festival jazz estivo a bordo piscina giunto al nono anno di programmazione, sconfina nella leggenda dedicando un’intera rassegna ai grandi interpreti della musica contemporanea. “Myth anthology” è il sottotitolo scelto per tematizzare sei concerti con artisti di livello internazionale, ospitati dalle Terme Preistoriche di Montegrotto, da venerdì prossimo all’1 settembre a partire dalle 22. Venerdì, ad aprire le danze, sarà la voce di Sarah Jane Morris, che presenterà il suo progetto “Songs of Calliope” con Tony Rèmy (chitarra), Scott Firth (chitarra), Henry Thomas (basso). Dalla Musa di Omero a una leggenda della musica americana: venerdì 7 luglio, il crooner italiano per eccellenza Matteo Brancaleoni renderà omaggio a “The Voice” Frank Sinatra, con Nino La Piana (pianoforte), Gian Paolo Petrini (batteria) e Roberto Chiriaco (basso). All’intramontabile suono “black” della Motown guarda invece il concerto di Lisa Hunt’s Forever Soul, in calendario venerdì 21 luglio. La vocalist e cantautrice newyorkese, nota al pubblico italiano per le sue collaborazioni con Zucchero, Pavarotti e Bocelli, proporrà un mix di cover soul, blues e funk, accompagnata da Paolo Diotti (pianoforte), Nick Valente (chitarra e cori), Simone Francioni (basso e cori), Javier Eduardo Maffei (sassofono e cori) e Nicola Valtancoli (batteria e cori). La musica brasiliana e il latin jazz faranno capolino venerdì 4 agosto con Heloisa Lourenco & il Paolo Andriolo Quartetto Brasilis, che vede il bassista Andriolo affiancato da Paolo Vianello (piano) e Maurizio Maranto (batteria e percussioni). Ancora Andriolo, venerdì 25 agosto, porterà sul palco delle Preistoriche il suo trio Soultrax, completato da Ivan Zuccarato (piano synth) e Davide Giovannini (batteria), ma impreziosito per l’occasione da Vanessa Haynes, corista di Van Morrison e cantante degli Incognito. L’ultimo appuntamento è previsto per venerdì 1 settembre, quando alle Terme farà breccia Papik, il progetto musicale dell’eclettico tastierista, arrangiatore, produttore romano Nerio Poggi. Un ensemble di ben sette elementi, che comprende Fabio Tullio (sax), Massimo Guerra (tromba), Alfredo Bochicchio (chitarra), Alessandro Sanna (basso) e Gianni Polimeni (batteria) con la voce di Alan Scaffardi (X Factor 7). A ogni evento è abbinata la degustazione di un vino delle aziende della Strada del vino dei Colli Euganei. Il biglietto ridotto per il solo concerto con accesso dalle 22 in poi è di 13 euro (15 euro per la serata d’apertura di venerdì 23 giugno) e include una consumazione. L’ingresso è possibile anche alle 19, seguito dall’aperitivo nel parco alle 20 e da una cena a buffet sotto la luna. Info e prenotazioni: 049-793477 o eventi@termepreistoriche.it.

main-logo
18 giugno 2017

Share

Commenta col tuo profilo Facebook