Falciata sulle strisce e uccisa da un 87enne al volante (Il Mattino)

Finita sotto le ruote e trascinata via, è spirata poco dopo l'arrivo all'ospedale

Schermata 2017-06-05 alle 10.00.09

(Gianni Biasetto)
Travolta e uccisa mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali, a pochi passi di casa. Non ce l’ha fatta Laura Lazzaro, 74 anni, la pensionata di Montegrotto Terme investita intorno alle 10.30 di ieri mattina all’altezza delle strisce pedonali di Corso delle Terme, proprio di fronte al negozio di abbigliamento “New Face”, dall’Alfa 147 condotta dal concittadino 87enne Angelo Ceccagno, del 1930, anche lui pensionato, originario di Turri. Laura Lazzaro, che abitava con il marito Giuseppe Fasanaro in un appartamento nel complesso Zeus, a meno di 200 metri da dov’è successa la tragedia della strada, è spirata poco dopo l’arrivo in ambulanza al Pronto soccorso della Casa di cura di Abano Terme.Sulle cause del tragico incidente ora stanno indagando gli agenti della Polizia locale di Montegrotto Terme e i carabinieri del Radiomobile di Abano Terme. Da una prima ricostruzione dei fatti l’anziano conducente dell’Alfa 147, che proveniva da via Fasolo ed era diretto verso il quartiere Pescarini, al momento di immettersi su Corso Terme avrebbe perso il controllo della vettura e, dopo essere andato contro il cordolo spartitraffico, avrebbe invaso la corsia di marcia opposta. La donna, in quel momento, aveva appena iniziato ad attraversare la strada per portarsi dal lato del negozio “New Face” a quello del Caffè “Del Corso”, per poi proseguire verso la sua abitazione.L’impatto è avvenuto a ridosso delle strisce pedonali, a circa 3 metri dal marciapiede. Laura Lazzaro, dopo l’impatto, è finita sotto l’auto, che l’ha trascinata per qualche metro.Sconvolto dall’impatto, l’anziano automobilista al volante sarebbe stato preso da una tale agitazione che non sarebbe nemmeno più riuscito a spostare l’auto. Perciò alcuni passanti che hanno assistito alla scena, dopo aver chiamato i soccorsi, hanno sollevato di forza l’auto per poter estrarre da sotto la malcapitata.Le sue condizioni sono parse subito disperate. A prestare le prime cure alla donna sono stati i sanitari di un’ambulanza del Suem 118 di passaggio da Corso Terme, mentre stavano trasportando al Pronto soccorso di Abano un ferito lieve.Pochi minuti dopo è arrivata un’altra autolettiga. La settantacinquenne, viste le gravissime condizioni, è stata immediatamente stabilizzata e intubata prima di essere trasportata al Pronto soccorso. Dove però, poco dopo l’arrivo, è spirata.


Laura Lazzaro aveva 75 anni. Ex infermiera in pensione,lascia il marito e due figlie

(g.b.)
Laura Lazzaro, la pensionata di 75 anni travolto e uccisa dall’auto di un concittadino 87enne di Turri mentre era cquasi arrivata a casa, era un’ex infermiera professionale. Aveva lavorato fino a 15 anni fa, sempre in ambito sanitario, poi era andata in pensione. Proprio come il marito, il coetaneo Giuseppe Fasanaro, con cui viveva in un appartamento del complesso Zeus.L’uomo, che aveva raggiunto la pensione dopo aver lavorato per anni come fanghino negli alberghi termali della zona, ora è straziato dal loro e piange la compagna di una vita insieme alle due figlie: Perla, di 39 anni, e Cecilia, di 35, che risiedono entrambe in via Tartini, una laterale di via Vivaldi.Ieri mattina, appena venute a conoscenza di quello che era successo alla mamma, le due donne si sono precipitate al Pronto soccorso in Casa di cura ad Abano e poi sul luogo dell’incidente, per cercare di ricostruire l’incidente che di colpo le aveva private della madre.Non sono le sole a voler capire come sia morta Laura Lazzaro, falciata sulle strisce pedonali in Corso Terme a meno di 200 metri da casa. Anche il sindaco di Montegrotto Riccardo Mortandello è rimasto « in attesa della ricostruzione della dinamica da parte delle forze dell’ordine», sicuramente per compiere una valutazione accurata della crescente pericolosità dell’attraversamento. Ma probabilmente anche per studiare provvedimenti da adottare contro la velocità raggiunta dai veicoli in quel tratto stradale: negli ultimi tempi, da parte di residenti e passanti, ma anche di automobilisti, si sono moltiplicate le segnalazioni sulla rischiosità del mix velocità – visibilità in un tratto stradale particolarmente trafficato delle Terme.

g class=”alignnone size-full wp-image-3331032″ src=”http://www.abanopeople.it/wp-content/uploads/2016/08/main-logo.png” alt=”main-logo” width=”150″ height=”28″ />
4 giugno 2017

Share

Commenta col tuo profilo Facebook