«Con noi non ci sono ex alleati di Claudio» (Il Mattino)

Talarico (Grande Abano)

logo_grande_abano

(f.fr.)
«Non abbiamo nulla da rimproverarci. Nelle nostre liste ci sono persone perbene, professionali e serie. Non abbiamo voluto apparentarci con ex amministratori, persone che hanno governato ed erano impegnate in prima linea con l’amministrazione Luca Claudio. Queste persone sono altrove». Sabrina Talarico, candidata sindaco di Grande Abano, risponde a muso duro sulla presenza nelle sue liste dell’ex consigliera comunale della seconda amministrazione Luca Claudio, Martina Pillon, e degli ex candidati consiglieri Pierandrea Scarabottolo (I Giovani per Luca Claudio) e Karjono Kartodinudjo (Con la Gente per la Gente di Aldo Francisci). Ex amministratori Claudiani sono con Paolo Gruppo (Massimo Barcaro e Luca Bordin). Con Emanuele Boccardo ci sono ex candidati come Giacomo Rampin, Francesca Barbierato e la lista Abano Città Sicura di Alberto Bonato e Giuseppina Iuliano. Era candidata con la lista Con la Gente per la Gente anche la candidata sindaco di Abano Viva, Stefania Chiarelli, che si è portata dietro alcuni ex membri di AcS come Daniele Donolato. Quindi Sabrina Talarico non si sente erede di nessuna forma di “claudismo”. «Questa è e rimarrà la nostra linea di condotta», dice lei. «Ci sono tantissimi giovani. Alcuni di questi sono entrati nelle nostre liste, sono puliti, pieni di energia e di desiderio di lavorare per la collettività».
Nelle liste collegate a Talarico (Grande Abano, Abano50eventi, Obiettivo Abano, Essere Abano) ci sono 54 candidati (media età 51 anni) con dieci imprenditori, un atleta paralimpico, quattro artisti, consulenti finanziari, architetti, liberi professionisti, avvocati, commercianti, casalinghe, pensionati, artigiani, lavoratori alberghieri, blogger, un farmacista, un funzionario Agenzia delle Entrate, un coach di tennis, studenti universitari.

main-logo
17 maggio 2017

Share

Commenta col tuo profilo Facebook