Lettera Pres. Boaretto a Pres. Soranzo sugli immobili della provincia

kursaal_gk
Abano Terme, 11 maggio 2017

Ill.mo Sig.
Enoch Soranzo
Presidente Provincia di Padova

Caro Enoch,

più volte sulla stampa sono comparsi articoli che riguardavano lo stato in cui versano gli immobili pubblici del Kursaal e del complesso dello IAT ad Abano Terme e del Palazzo del Turismo a Montegrotto Terme.

La cronaca, negli ultimi anni, si è spesso occupata di questi edifici ma purtroppo trattando argomenti di degrado e devastazioni, in un processo involutivo di peggioramento dell’immagine della nostra destinazione turistica.

Vale la pena inoltre di ricordare che tutti questi edifici erano precedentemente in carico alla Regione Veneto e da questa sono stati trasferiti gratuitamente alla Provincia all’inizio degli anni 2000.

A causa dell’attuale stato di abbandono ed incuria di questi immobili, al tempo costruiti per soddisfare le esigenze dell’economia locale del turismo, le collettività di Abano Terme e Montegrotto Terme hanno ricevuto un pesante danno sia in termini di appeal della destinazione che in termini pratici, per il mancato utilizzo di strutture destinate allo sviluppo turistico.

Tralasciando ora la ricerca delle responsabilità, in quanto non vi è dubbio alcuno che la Provincia di Padova se la debba assumere in pieno, desideriamo entrare nel dibattito relativo alla recente Vostra volontà di alienare tali beni, cercando di introitare delle risorse finanziarie.

In tal senso, considerato che l’Amministrazione Provinciale ha dimostrato di non riuscire a gestire (o a far gestire) e a manutenzionare tali immobili di sua proprietà, per altro già pagati da imprese e cittadini con la fiscalità locale, ritengo ora inaccettabile che tali beni vengano messi in vendita ai privati, rinunciando di fatto alla loro originaria funzione di “uso pubblico” .

La mia proposta è che tale patrimonio venga trasferito alle due Amministrazioni Locali di Abano Terme e Montegrotto Terme a titolo gratuito e con un vincolo di utilizzo turistico a vantaggio dell’interesse diffuso.

Le medesime Amministrazioni si dovranno poi impegnare davanti ai turisti e ai cittadini ad occuparsi di questo patrimonio con competenza, diligenza e progettualità, utilizzando anche le risorse della Tassa di Soggiorno. Risorse per le quali è necessario aprire un confronto con i Comuni del Bacino Termale Euganeo, anche all’interno dell’Organizzazione di Gestione della Destinazione.

Altre soluzioni non credo ne esistono e più tempo passa nell’attesa di realizzare la soluzione suggerita, più si rischia di danneggiare il comparto socio economico del turismo e del commercio, in un momento storico invece in cui c’è la necessita di un deciso rilancio del settore termoalberghiero.

Certo di trovare in Te la necessaria sensibilità ed il necessario riscontro ad attuare quanto da me proposto, l’occasione mi è gradita per ringraziarti dell’attenzione e per inviarti i miei più cordiali saluti.

Il Presidente

Emanuele Boaretto

FacebookTwitterGoogle+EmailLinkedInPrintCondividi

Commenta col tuo profilo Facebook