“Città di Abano” dall’8 all’11 giugno (Il Mattino)

Ecco gironi, team e campi di gioco

torneo_calcio_ 2017

(fe. fra.)
Sedici squadre al via, quattro giorni di gare con la finale l’11 giugno, giorno delle elezioni amministrative di Abano. È il torneo internazionale di calcio giovanile Città di Abano, manifestazione giunta alla ventiseiesima edizione, che si svolgerà dall’8 all’11 giugno. Una kermesse che è stata di fatto salvata dal Genc (Gruppo Ex Neroverdi Calcio), che ha rimesso in piedi un torneo destinato a saltare a causa di problemi vari, primo fra tutti il Comune di Abano, commissariato dal giugno scorso. Nell’edizione di quest’anno, presentata ieri a Villa Bassi dal nostro inviato, nonché neopresidente di Assostampa Padova, Stefano Edel, parteciperanno 8 formazioni italiane e 8 straniere della categoria Esordienti 2004. Quattro i gironi del torneo, che vivrà il suo atto finale domenica con le finali allo Stadio delle Terme (ore 9.30 quella per il terzo posto, ore 10.45 quella per il titolo). Nel girone A ecco Cittadella, Fiorentina, Lugano e Vojvodina. Nel gruppo B ci sono Abano, Sparta Praga, Venezia e Wacker Innsbruck. Nel girone C Padova, Lokomotiv Zagabria, Spal e International Tirana. Infine nel girone D DueMonti Abano, Groeningen, Koper e Verona. Quattro anche i campi di gioco: Terme di Monteortone, Torreglia, Monterosso e San Giuseppe. Il via è previsto per giovedì 8 alle 16 con le qualificazioni e la gara inaugurale, Abano-Sparta Praga, alle 19.45 allo Stadio delle Terme, che seguirà la cerimonia inaugurale fissata per le 19. La manifestazione avrà anche un aspetto solidale: la cena di gala di venerdì 9 giugno, alle 20.30, all’hotel Petrarca di Montegrotto, con il ricavato a favore dell’associazione hospice pediatrico di Padova “L’isola che c’è”. «Il salvataggio del torneo è riuscito grazie ad una squadra di lavoro formata da tanti volontari», ha spiegato l’organizzatore, Gianni Meggiolaro, presidente del Genc. «Abbiamo affrontato questa sfida con i pochi soldi che c’erano, ricevendo aiuto da molti albergatori. Grazie poi anche alla disponibilità della società, che hanno voluto esserci. Gli olandesi del Groeningen si pagano anche il viaggio aereo».

main-logo
9 maggio 2017

Share

Commenta col tuo profilo Facebook