«Non ho mai imposto tasse inutili» (Il Mattino)

In discarica a Giarre «la bonifica non parte per le indagini in corso»

tasse_fisco

(f.fr.)
«Sulla bonifica della discarica di Giarre c’è un’indagine in corso, in questi mesi il Comune è stato bloccato nella sua azione dagli eventi giudiziari». Il commissario straordinario Pasquale Aversa tiene a precisare questo aspetto, riferendosi alla dichiarazione della candidata Sabrina Talarico, che al termine dell’incontro di qualche giorno fa con il commissario aveva detto di avergli richiesto «un chiarimento sul perché gli aponensi stanno già pagando interessi sul mutuo per una bonifica che non è mai iniziata a causa delle note vicende giudiziarie». «Sembra quasi che il commissario sia arrivato ad Abano per far pagare tasse inutili ai cittadini», sbotta Aversa. «Non è affatto così. Compito di un commissario è rispettare gli impegni di legge e far quadrare i conti. Sulla bonifica della discarica di via Guazzi c’è stata una gara truccata a favore di una ditta, la Pistorello. Il commissario finora ha potuto solamente annullare la gara. Solo in queste ultime settimane abbiamo potuto prendere in mano la questione tecnica ». Aversa spiega che «c’è un contributo di 3.216.400 euro dalla Regione, che il Comune sta restituendo dal 2015. Bloccare la restituzione del contributo vorrebbe dire rinunciare a quel contributo. Invece qualcosa in quella discarica bisogna fare. C’è una relazione tecnica del 2015 che l’Ufficio Tecnico ha preso in mano e che sta cercando di aggiornare per capire se nel sottosuolo ci sono davvero materiali altamente inquinanti o se si tratta di semplici rifiuti. Certamente una bonifica va fatta e per questo serve preservare quel contributo regionale. I lavori non sono ancora partiti, partiranno con l’arrivo del nuovo sindaco, ma i soldi già versati dai cittadini sono stati accantonati e quindi non sono stati persi o versati per niente». Il commissario straordinario tocca anche l’aumento Tari del 15% «non per fare un dispetto ai cittadini, ma perché il servizio costa. Gli uffici mi stanno preparando una relazione che svelerà come l’aumento fosse semplicemente necessario per far quadrare i conti. Il nuovo servizio di asporto rifiuti costa di più, sfido chiunque a dire il contrario e a cercare di abbassare le aliquote».

main-logo
8 maggio 2017

Share

Commenta col tuo profilo Facebook