Abano si è fatta bella per ospitare i maratoneti (Il Mattino)

Domenica prossima aiuole e rotatorie saranno ben curate, previsti eventi di contorno

verde
Foto di repertorio

In fretta e furia il commissario straordinario Aversa fa tappare le buche in centro

(Federico Franchin)
Prima la Pasqua e poi la Maratona di Padova. Due eventi fondamentali per la città di Abano, tanto che il commissario straordinario Pasquale Aversa ha disposto in questi giorni, in grande urgenza, i lavori per la sistemazione immediata dell’arredo urbano e delle criticità dei marciapiedi e delle strade, dove passeranno i maratoneti.
Abano si rifà quindi in pochi giorni il look per mostrarsi bella ai turisti, ai passanti e ai maratoneti provenienti da tutto il mondo. «Eppur risorge», scherza il commissario Aversa. «Abano, dopo mesi di assestamento, è tornata a fiorire. Si è fatta bella per una primavera fitta di eventi per la città». Aiuole e rotonde ben curate con un’ottima scelta cromatica di fiori, cigli delle strade tirati a lustro: Abano è in questi giorni una giostra di colori.
A curare l’arredo urbano è stata la cooperativa Idee Verdi, vincitrice dell’appalto indetto dal Comune sul mercato elettronico degli appalti. Idee Verdi è stata l’unica ditta a presentare l’offerta delle 15 invitate dal Comune. Oggi è Pasqua, mentre domenica prossima, 23 aprile sarà il grande giorno della Maratona di Padova, che passerà per Abano, che sarà pure la località di partenza della Mezza Maratona. «È un evento importante e per questo dobbiamo cercare di presentarci al meglio, garantendo un ottimo colpo d’occhio, ma soprattutto l’incolumità dei maratoneti, che non devono inciampare su buche e avvallamenti di strade e marciapiedi. Stiamo sistemando tutte le buche e le criticità delle strade che saranno interessate dall’evento».
A partire da via Previtali, dove in questi giorni sono stati sistemati i punti più critici, dove le radici dei pini marittimi hanno rovinato il sedime stradale. Oltre a via Previtali saranno interessate dal passaggio della maratona le vie Busi, Ghislandi, Liberale Da Verona, dei Colli, Thonet, San Daniele, Santuario, Monteortone, Cornelio Augure, Pietro D’Abano, viale delle Terme, piazza dei Caduti, Matteotti (fino a via Appia Monterosso), Pio X, Stazione, Roveri. Le strade saranno chiuse al traffico dalle 9 del mattino fino alle 13. «Prevediamo anche una serie di eventi di intrattenimento per gli appassionati», rivela Aversa. «Ci saranno delle bande che suoneranno». Abano è quindi al top, come sottolinea anche Michele Ghiraldo, presidente mandamentale di Ascom Abano. «La cura dell’arredo urbano è elemento imprescindibile per una città turistica termale come la nostra», osserva. «Speriamo che la prossima amministrazione prosegua su questa scia. Per Pasqua e Pasquetta i commercianti hanno addobbato le loro vetrine e alcuni, come quelli di via Vespucci, hanno posto dei fiocchi ornamentali lungo la via. La maggior parte dei negozi rimarrà aperta sia a Pasqua che a Pasquetta. Vogliamo essere ciò che completa l’esperienza dei clienti che alloggiano nei nostri hotel, che ci risulta saranno tutti pieni. Il soggiorno del cliente inizia in albergo e prosegue visitando le botteghe di Abano».

main-logo
16 aprile 2017

Share

Commenta col tuo profilo Facebook