Il Meetup Amici di Grillo «Ci pensiamo noi alla lista» (Il Mattino)

Pata è critico: «I pentastellati di Zambolin non sono riusciti a presentarla ma in una città come la nostra non possiamo lasciare un vuoto così grande»

meetup_abano_montegrotto

(Federico Franchin)
Il Movimento 5 Stelle di Abano ha deciso di non presentare alcuna lista a sostegno di un proprio candidato sindaco. Ma a cercare di candidare il M5S alle prossime amministrative aponensi si sta adoperando il Meetup Amici di Beppe Grillo Abano&Montegrotto, che in questi giorni proverà a costituire una lista (servono almeno 12 persone e non è da escludere che qualche elemento dell’attuale M5S di Massimo Zambolin confluisca nel Meetup) per poi ottenere dal coordinamento grillino l’accreditamento ufficiale: spetterà al coordinamento di Milano decidere se concedere il simbolo del M5S al Meetup. «Pur tenendo conto dei disaccordi tra i due gruppi, mai risolti, ma certo non per mancanza di tentativi da parte nostra, la situazione ci dispiace profondamente», fa sapere Marco Pata, uno dei membri del Meetup. «Anzi, riteniamo la vicenda quasi inconcepibile, maggiormente se teniamo conto del fatto che la città di Abano necessita con urgenza di un forte rinnovamento. Per tali motivi avevamo offerto pubblicamente, coinvolgendo pure l’intera comunità del Movimento 5 Stelle della provincia di Padova, la nostra collaborazione per il bene comune della nostra città (visto che alcuni di noi sono pur sempre residenti ad Abano) e tale proposta è stata, di fatto, rifiutata, anche se, a dir la verità, siamo ancora in attesa di una risposta ufficiale in tal senso. In secondo luogo abbiamo ritenuto in questi mesi di non interferire col lavoro del gruppo di Abano, evitando ogni forma di intervento, pur essendo svariati gli argomenti da approfondire, proprio per consentire la compilazione di un programma di governo della città in modo sereno e senza pressioni esterne. Il risultato di tutto ciò è stato il totale fallimento del gruppo M5S di Abano nel riuscire ad esprimere un gruppo di lavoro efficace, una potenziale squadra di governo e, men che meno, un candidato sindaco accettabile, anche se riteniamo che le responsabilità in questo vero e proprio tracollo siano da ricercarsi più nel “management” del gruppo che non nei suoi componenti». Ora la palla passa al Meetup. «Ci riserviamo a questo punto di ragionare seriamente sul da farsi, dato che riteniamo poco opportuno che ad Abano venga lasciato un vuoto di questa portata, dato che non esiste attualmente in lizza alcun gruppo politico o lista civica che possa ritenersi in linea coi principi fondanti del Movimento e che possa dirsi di avere la costanza e la perseveranza necessaria per portarli avanti».

main-logo
12 aprile 2017

Share

Commenta col tuo profilo Facebook