Il Kursaal in vendita? Sì, ma a pezzi (Il Gazzettino)

KURSAAL-e1393491374311

(Alessandro Mantovani)
Venduto a pezzi. È questa la scelta che la Provincia di Padova ha fatto per il complesso immobiliare del Kursaal. Il bando non è prossimo ma il dado è tratto con buona pace di quanti ad Abano, politici in testa, auspicavano che l’immobile potesse essere ceduto al Comune gratuitamente, in ragione del fatto che si poté realizzarlo con la tassa di soggiorno pagata nei decenni scorsi dagli ospiti della città termale. Sarà con ogni probabilità una vendita effettuata con una unica gara quella che farà passare da pubblica a privata la proprietà della storica struttura posta al centro dell’isola pedonale aponense. Gli interessati avranno però la possibilità di proporre un offerta per il solo caffè-ristorante, oppure per la sola sala congressi o le altre unità catastali (negozi) che formano il complesso immobiliare. Potrebbero esserci, quindi, soggetti diversi ad aggiudicarsi le varie parti. La perizia fatta predisporre dalla Provincia dà una stima per il bar e la sala ristorante, l’ex Gran Caffè delle Terme, di 1.733.000 euro, per la sala congressi un valore di 1.050.000 euro. Il terzo blocco è costituito da tre uffici che hanno un valore complessivo di 400.000 euro (240.000, 108.000 e 52.000 euro). Nella stima rientra anche il giardino, suddiviso nei tre blocchi come quota condominiale. Complessivamente il valore del Kursaal è quindi di 3.223.000 euro, una somma molto impegnativa anche per le casse di un Comune come quello di Abano che introita anche circa 2 milioni di tassa di soggiorno. «Prima di poter fare il bando per il Kursaal – spiega il presidente della Provincia, Enoch Soranzo – dovrà essere approvato il bilancio dell’ente, ora operiamo in dodicesimi. Dopodiché andrà fatto il punto sulle questioni relative alle inadempienze dei precedenti gestori che ora sono in carico all’ufficio legale della Provincia». Il Kursaal è chiuso da circa un anno e mezzo, dal fallimento di Kursaal Srl. Furono in molti, all’epoca dell’affidamento ad avere delle perplessità per gli oneri di ristrutturazione fissati nel capitolato di gara e da sommarsi al canone d’affitto mensile. «Il bando per il Kursaal – afferma Soranzo – potrà prevedere un diritto di prelazione assoluta a favore del Comune di Abano che potrebbe così acquisirlo al prezzo della base d’asta. Provvederemo con più regolarità al taglio dell’erba, ho dato disposizioni che ci sia un sopralluogo di controllo ogni due mesi. Se la crescita, come avviene in primavera, fosse più rapida provvederemo».

FacebookTwitterGoogle+EmailLinkedInPrintCondividi

Commenta col tuo profilo Facebook