«La Soprintendenza blocchi i lavori del nuovo Alìper» (Il Mattino)

Lettera di un comitato di cittadini

panoramica_villa_mainardi_mocenigo_abano_terme_padova_italia_HD

(f.fr.)
Una lettera, firmata da alcuni cittadini di Abano, è stata fatta recapitare in questi giorni alla Soprintendenza dei Beni Culturali affinchè blocchi la costruzione del nuovo centro commerciale Aliper, preservando così la storica Villa Mocenigo Mainardi, collocata poco distante dall’area dove sta per sorgere la nuova struttura di vendita del gruppo Alì-Aliper. «Abbiamo appreso», si legge nella lettera «che la Polizia locale ha inviato alla Procura della Repubblica e al Tribunale di Padova gli atti relativi ad un’ipotesi di abuso edilizio nelle procedure pre-edificazione del nuovo centro commerciale Aliper, a ridosso di Villa Mocenigo Mainardi, complesso edilizio del XVI secolo, sottoposto a vincolo artistico-monumentale». Il comitato di cittadini di Abano «auspica un autorevole intervento affinchè vengano adottati gli atti necessari a ripristinare lo stato anteriore all’abuso perpetuato e siano interdette ulteriori opere edilizie». Il gruppo Alì-Aliper ha completato da tempo le opere di preparazione del cantiere. Per partire con la costruzione del centro commerciale manca ora il permesso di costruire, che dovrà essere firmato dal capo dell’Ufficio Tecnico, Luigino Gennaro.

main-logo
3 aprile 2017

Share

Commenta col tuo profilo Facebook