Banda del trapano, assalti a Monterosso (Il Mattino)

Nella notte tra sabato e domenica saccheggiate ben dieci case, alcune con gli residenti dentro. «Ci siamo svegliati intontiti»

Ladro_trapano5-H121203201806--U1901644374254pjH-290x194

(Federico Franchin)
Ancora furti in serie ad Abano. Stavolta vittima dei predoni è la frazione di Monterosso, dove nella notte tra sabato e domenica sono state saccheggiate ben dieci case. Difficile al momento sapere se si stia trattando di una banda vera e propria, dato che via via sono state prese di mira tutte le frazioni aponensi, ma di certo il sospetto adesso viene. La tecnica usata è infatti sempre la solita: fare un foro alla finestra o alla porta dell’abitazione con un trapano silenzioso per poi entrare in azione e arraffare velocemente più cose possibili. Se banda è, la “banda del trapano” ha preso di mira nella notte tra sabato e domenica via San Bartolomeo e via Pillon. I malviventi sono entrati in azioni in orari variabili: dalla prima serata fino alla notte inoltrata. I predoni sono entrati sia con i padroni di casa fuori abitazione, sia durante il loro sonno. Davvero particolare il furto subito dalla famiglia di M.F., residente in via Pillon. «I ladri hanno fatto un foro alla finestra», racconta una dei residenti nell’abitazione. «Sono poi entrati in casa, aprendo i cassetti per poi fuggire evidentemente attraverso i campi. Eravamo a letto, mentre i predoni entravano in azione e penso che ci abbiano spruzzato qualcosa, dato che alla mattina mi sono svegliata intontita. Ci hanno rubato soldi, delle pile, una bottiglia di spumante e delle angurie, che poi sono andati a mangiare in un campo, dato che sono stati ritrovati dei resti». In via San Bartolomeo i malviventi sono invece entrati in azione quando i proprietari non erano in casa. «Siamo usciti alle 19.45 e rientrati alle 20.10», raccontano nella famiglia di A.B. «Ci siamo ritrovati la sorpresa, dato che i ladri erano entrati attraverso la finestra, forzando il balcone. Hanno pure forzato la porta d’ingresso. Ci hanno portato via soldi e gioielli d’oro. Ci siamo ritrovati tutto sotto sopra. Ora abbiamo paura». Stessa sorte è capitata a un’altra famiglia, come raccontano i vicini: «Sono entrati dalla finestra facendo un foro con un trapano silenzioso. Hanno portato via gioielli d’oro, soldi e pure del cibo dal frigorifero, cassette d’acqua, bottiglie. Hanno anche rubato un tappeto, che avevamo preso assieme. Lo stesso tappeto l’avevamo comprato anche noi e pure a noi era stato rubato a luglio, quando abbiamo subìto la visita dei ladri. Da allora abbiamo sospeso il servizio di vigilanza dei rangers. Tanto serve a poco, evidentemente… Sono entrati anche in altre case vicine, sottraendo sempre gioielli d’oro, soldi e cibi vari. Abbiamo paura perché temiamo possano tornare e farci pure del male. Non viviamo più sicuri». L’altra notte i predoni hanno colpito anche due abitazioni di via Appia Monterosso, aumentando la fobia per i ladri nella frazione.

mattino_logo
22 settembre 2015

FacebookTwitterGoogle+EmailLinkedInPrintCondividi

Commenta col tuo profilo Facebook